----> torna a Naturopatia e Fitoterapia in Tricologia


Serenoa repens

dott. Fabrizio Fantini

 

La serenoa repens è una delle piante officinali più usate per alleviare i sintomi dell'ipertrofia prostatica benigna. Si tratta di una palma nana che forma densi agglomerati nei terreni sabbiosi e aridi delle zone subtropicali e meridionali degli Stati Uniti. Le popolazioni indigene americane ne utilizzavano le bacche come tonico, per regolare la minzione e contrastare altri disturbi della sfera sessuale. È stato dimostrato che i suoi componenti principali, fitosteroli ed acidi grassi, sono efficaci nella cura dell'ipertrofia prostatica benigna.

Come si è già detto, l'ipertrofia prostatica e l'alopecia androgenetica sono apparentate, in quanto entrambe le affezioni sono correlate all'azione del diidrotestosterone (DHT) sulla ghiandola prostatica e sul follicolo pilifero. La serenoa repens ha dimostrato un'attività inibente della 5-alfa-reduttasi, enzima che catalizza la produzione di DHT. La sua azione è per molti versi simile a quella della finastende, farmaco usato per curare l'iperplasia prostatica ed oggi anche per l'alopecia androgenetica. La sua efficacia è dovuta ad un'azione antiandrogena selettiva a livello dei recettori periferici, senza interferenza con le ghiandole endocrine.

I numerosi studi sull'efficacia di serenoa repens nell'ipertrofia prostatica benigna permettono di monitorare gli eventuali effetti collaterali dei suoi principi attivi, che in ogni caso sono assai rari. Non si sono riscontrati cali della libido o problemi della sfera sessuale. Talvolta possono manifestarsi disturbi gastrointestinali se non assunta a stomaco pieno.

I risultati clinici confermano l'efficacia della serenoa repens nell'alleviare i sintomi dell'ipertrofia prostatica, con un miglioramento della qualità di vita e un riequilibrio del flusso urinario. È importante che le capsule abbiano una concentrazione titolata di acidi grassi e fitosteroli superiore all'85%.

Meccanismi d'azione della serenoa repens
- Contrasta la produzione del diidrotestosterone.
La serenoa repens inibisce entrambi i coenzimi della 5-alfa-reduttasi (tipo 1 e 2), sia nelle cellule epiteliali prostatiche sia nelle cellule follicolari umane, riducendo di fatto la produzione di DHT a partire da testosterone.
- Impedisce al DHT di legarsi ai recettori delle cellule del follicolo pilosebaceo.
Il DHT, una volta prodotto a partire dal testosterone, si lega a un recettore delle cellule dei follicoli piliferi. Alcuni fitosteroli, come la betasitosterina, presenti nell'estratto di serenoa repens, entrano in competizione con il DHT per legarsi a tali recettori e inattivare in parte l'azione di questo ormone.
- Svolge un'azione antinfiammatoria.
Alcuni componenti della pianta inibiscono la ciclossigenasi, enzima fondamentale per la produzione di prostaglandine, pertanto la serenoa repens esercita anche un'azione antinfiammatoria.
- Ha una blanda azione estrogenosimile.
La betasitosterina, dopo l'inattivazione parziale della 5-alfa-reduttasi, si aromatizza, comportandosi come un estrogeno debole. La blanda stimolazione estrogenica può, per attivazione dell'adenilciclasi di membrana, stimolare la mitosi della matrice, contribuire al mantenimento dell'anagen ed all'ottimizzazione della fase catagen.

La serenoa repens, a differenza della finasteride, non modifica i valori dell'antigene prostatico specifico (PSA). Sembra inoltre che non alteri il quadro ormonale sistemico, né provochi disfunzione erettile.
Per quanto riguarda l'azione topica, varie lozioni tricocosmetiche l'annoverano tra i componenti.

Conclusioni

Serenoa repens è un fitocomplesso presente in commercio sia come specialità medicinale sia come preparato erboristico, con differenze nella percentuale dei principi attivi.
Gli studi clinici sull'ipertrofia prostatica che confermano la buona tollerabilità sono stati effettuati con dosaggi compresi tra 160 e 320 mg/die (estratto secco titolato con acidi grassi e fitosteroli superiori all'85%). Ha dimostrato di inibire la 5-alfa-reduttasi di tipo 1 e 2, pertanto può essere utile per contrastare la calvizie comune. Sotto forma di capsule la serenoa repens va utilizzata a dosaggi che variano tra 90 e 320 mg/die.


----> torna a Naturopatia e Fitoterapia in Tricologia