La Psoriasi
 /  Articoli Recenti / La Psoriasi

La Psoriasi

La Psoriasi 

La psoriasi è una malattia dermatologica che colpisce l’1.5-2% della popolazione occidentale e che spesso rappresenta una sfida per il dermatologo, in quanto crea vergogna, imbarazzo e compromette negativamente lo stile di vita.
Non per niente la depressione indotta dalla psoriasi costituisce un serio problema dal punto di vista terapeutico. 

Quando compare?
Nella maggioranza dei casi (75%) ha una insorgenza precoce, tra i 16 e i 22 anni, mentre nel resatante 25% dei casi l’insorgenza è più tardiva, tra i 45 e i 55 anni.
Non c’è predilezione per il sesso maschile o per il sesso femminile.

E’ una malattia ereditaria?
L’ereditarietà è di tipo multifattoriale con più di un gene coinvolto. Quando un genitore ha la psoriasi, l’8% dei figli sviluppa la malattia. Quando entrambi i genitori hanno la psoriasi, il 41% dei figli sviluppa la malattia. 

Quali sono i fattori scatenanti?
Il trauma fisico è considerato uno dei fattori più importanti in grado di scatenare la psoriasi: in particolare il grattamento continuativo delle lesioni stimola il processo di proliferazione tipico della psoriasi. 
Un’infezione streptococcica acuta è in grado di scatenare una psoriasi guttata.
Lo stress rappresenta un fattore scatenente della psoriasi nel 40% dei casi negli adulti ed in una percentuale ancora maggiore nei bambini.
Anche alcuni farmaci possono scatenare la psoriasi:litio, farmaci antimalarici, interferone sistemico e beta-bloccanti possono aggravare una psoriasi già esistente o provocare ex-novo un’eruzione psoriasiforme; anche l’assunzione di alcol potrebbe rivestire un ruolo scatenente.

Come si manifesta?
La psoriasi si manifesta con lesioni cutanee di forma estremamente variabile (rotonda, ovale, policiclica, anulare, lineare) nettamente delimitate, di colore rosa-rossastro, nettamente delimitate. 
Tali lesioni presentano una marcata desquamazione di colore bianco-argenteo, la cui asportazione detremina la comparsa di minuscole gocce di sangue. 

E’ Contagiosa?
La psoriasi non è assolutamente contagiosa, anche se c’è ancora qualcuno che teme il contatto fisico con chi ne è affetto.
Anche per questo -per evitare ai malatai eventuali disagi di relazione- nel 1990 è nata l’AIPVD, l’Associazione italiana psoriasi, vitiligine e dermatosi, di cui è prossima l’apertura di un sito internet.
L’AIPVD ha sede a Milano, in Piazza Argentina 1. 

Come si cura? 
Nella scelta del trattamento vanno presi in considerazione alcuni fattori, tutti molto importanti: 
1– l’età 
2– il tipo di psoriasi 
3– la sede e l’estensione della psoriasi 
4– gli eventuali trattamenti eseguiti in precedenza 
5– l’eventuale presenza di altre malattie concomitanti 

Per dominare le manifestazioni cutanee della psoriasi sono sostanzialmente due i fronti d’intervento: 
A – terapia topica o locale 
B– terapia sistemica Indipendentemente dalla terapia scelta, è indispensabile che il dermatologo istruisca il paziente a non grattare le lesioni, poichè i traumatismi stimolano il processo di proliferazione psoriasico e peggiorano pertanto la malattia. 

Related Posts

Articoli Recenti
Cortisone

L’Idrocortisone in Tricologia Dott. Andrea Marliani Firenze  Il cortisone ed alcuni suoi derivati, somministrati per os, sono i